La Baita dei Saperi e Sapori: un network turistico e sociale

foto blogDi fronte alle Grotte delle Meraviglie, all’ingresso della Valle Brembana, nel paese di Zogno. Si chiama Baita dei Saperi e Sapori Brembani il progetto socio culturale inaugurato dalla storica Latteria di Branzi, che si propone come anticamera dell‘Expo 2015, e collettore di una cultura secolare su cui poggiano le montagne della Valle Brembana.

Un impegno attivo, portato avanti da un team giovane, legato alle proprie radici ma con lo sguardo orientato al futuro e con uno scopo ben preciso: ridare vitalità alle imprese locali. E se, vista dal fuori, la baita rievoca la tradizione architettonica brembana, mai più all’avanguardia la si potrebbe immaginare al suo interno:

“Abbiamo allestito il locale in modo strategico – spiegano dalla Latteria di Branzi – creando tre aree ideali per offrire la migliore accoglienza e rendere evidenti i servizi offerti”. Turisti ma non solo, anche abitanti della valle o bergamaschi incuriositi si stanno avvicinando ad una baita che offre al visitatore il meglio della produzione alimentare locale, un servizio di ristorazione completo a base di prodotti freschi e scelti tra le aziende del territorio, e un’offerta turistica informativa ampia: con libri, guide, giornali locali.

“La rinascita economica di un’intera valle deve partire dalla cultura, dalla sua storia e da un forte rispolvero delle sue radici – precisano – a cui tutti devono partecipare, senza personalismi, ma per un obiettivo comune e condiviso”. In un click, aggiungeremmo noi. Già, perché proprio al centro del locale, infatti, si estende un lungo tavolo con un monitor touch screen, che all’interno racchiude un vero e proprio mondo.

“I prodotti che vendiamo e cuciniamo ai convitati sono forniti dalle aziende del territorio che, giorno dopo giorno, aderiscono al nostro network gratuitamente, per avere visibilità e rimarcare la propria unicità anche nell’ambito di un commercio alimentare a chilometro zero. Insieme abbiamo iniziato ad organizzare eventi a carattere didattico e conviviale, secondo un’agenda di appuntamenti ampia e coinvolgente”.

Network come unione. Per raggiungere sempre più persone, però anche la Baita dei Saperi e Sapori ha scelto la via del web:

“Nessun sito internet, ma un blog vivo e partecipato dove raccontiamo questa splendida esperienza con tutti gli amici che ci visitano, in cui pubblichiamo foto, video e raccontiamo l’unicità dei prodotti messi in vendita”. E parallelamente non potevano mancare anche una fan page su Facebook  (www.facebook.com/saperiesaporibrembani) ed un profilo su Instagram (Baita_Cultura_Brembana), che si propone di fare da traino a tutte le aziende locali che vorrebbero affacciarsi al mondo social e web, estendendo il network a tutti quelli che credono nella rinascita vallare. La pagina di Facebook, inoltre, sarà ricca di aneddoti sulla storia della Valle Brembana, di curiosità culinarie e dei prodotti tipici locali, ma anche di tanta cultura, con aforismi e foto degli eventi, per rendere fruibile la montagna a tutti.

“E’ una grande sfida -concludono dalla Latteria di Branzi – che abbiamo scelto di affrontare in prima linea, per essere presenti sia fisicamente che virtualmente”

Quindi non scordate di taggarvi, né tanto meno di utilizzare il nostro hashtag: #BaitaDeiSapori #BaitaDeiSaperi

Advertisements

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Trackbacks / Pingbacks

  1. La Baita dei Saperi e dei Sapori Brembani | RITORNO ALLE ORIGINI - September 11, 2014

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s